Pagina principale - Anno Accademico 2012-2013

Da GiovaniPensatori.

Quarto festival della filosofia dei Giovani Pensatori.

A questo link il programma [1]

L'invito kantiano all'uso critico della propria ragione, anima e contraddistingue il progetto dei Giovani Pensatori nel quale gli studenti ripensano e studiano pensando la storia del pensiero occidentale – da Socrate a Google! – portando tutto l'entusiasmo e l'inquietudine delle loro domande e tutte le risorse della loro libera creatività, messa a frutto attraverso differenti progetti di studio e ricerca realizzati in dialogo aperto con i loro insegnanti. Questa loro autonoma ricerca – che tocca spazi ed ambiti problematici differenti e di varia natura (collocandosi, peraltro, in tutti gli ordini e gradi del nostro sistema formativo, dalle elementari alle scuole superiori) – costituisce un processo di studio, di riflessione e di ricerca che ben si inserisce in una scuola pensata come spazio privilegiato di libera e aperta discussione tra punti di vista diversi e, persino, conflittuali (à la Milton dell'Areopagitica). Scuole che diventano allora un momento prezioso e magico per l'intera società civile, per la formazione di studenti quali giovani cittadini che proprio a scuola imparano a pensare, a sviluppare e produrre quella materia impalpabile e invisibile che è il loro autonomo pensiero critico. Pensiero che costituisce l'autentica e vera ricchezza di una società perché solo dal pensiero nascono tutte le creazioni (artistiche, scientifiche, letterarie, filosofiche, musicali, tecniche, etc.) che hanno infine consentito all'uomo di uscire storicamente dalla barbarie. Il futuro migliore non può che appartenere a chi sa pensare autonomamente, in modo libero, critico e creativo.


A questo link una splendida opportunità! [2]

Concorso Tu sei l'Europa: Ciascuna classe coordinata da un docente e tutti gli studenti delle università italiane potranno inviare il loro foto racconto e vincere uno dei tablet messi in palio (il premio è individuale).

Il concorso viene promosso in occasione dei 25 anni del programma Erasmus (2012) e dell’anno europeo dei cittadini (2013) dal Partenariato di Gestione - composto dalla Commissione Europea, dal Governo italiano (rappresentato dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri), dal Parlamento Europeo - e dall’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del Consiglio Nazionale delle Ricerche, con la collaborazione dell’Agenzia Nazionale LLP . Il concorso intende proporsi come uno strumento per stimolare fra le giovani generazioni la crescita della consapevolezza dei diritti e delle opportunità che si offrono a ciascun cittadino europeo.

Qui il regolamento: [3]


Ecco la pagina Facebook dei Giovani Pensatori! [4]


Approfondimenti realizzati

Il 18 aprile 2013, dalle ore 9, presso l'Aula Magna dell'università degli Studi dell'Insubria (Via Ravasi, 2), il progetto Giovani Pensatori ospiterà un’intera giornata di riflessione filosofica, agronomica, ambientalista, letteraria, poetica, artistica a tema “Per un'ermeneutica del paesaggio”. Uno spettacolo di danza “Frutti e fiori” accompagnerà le relazioni di docenti universitari (Università degli studi dell’Insubria, Centro Insubrico, Politecnico Milano, Università di Heidelberg, Accademia di Brera) liceali (Liceo Scientifico Varese, ITPA Varese) ed esperti del paesaggio. La giornata si svolgerà In collaborazione con il Fai (che offrirà l’apertura serale gratuita di Villa Panza, Varese).
Il programma (PDF) della giornata

Il 25 marzo 2013, alle ore 15, presso la sede universitaria di Villa Toeplitz, a Varese, il progetto Giovani Pensatori ospiterà l’incontro-passeggiata “Le piante narrano il giardino?”, durante la quale l’agronomo Daniele Zanzi e il prof. Fabio Minazzi (Università degli Studi dell'Insubria) tenteranno un dialogo tra dimensione filosofica e paesaggistica. In questo incontro saranno gli alberi i protagonisti del disporsi alla cura del giardino.

Il 18 marzo 2013, alle ore 15, presso l'Aula Magna dell'università degli Studi dell'Insubria (Via Ravasi, 2), il Progetto Giovani Pensatori ospiterà la conferenza "Quando la scuola ricerca se stessa", tenuta da Rita Bartolini (Università La Bicocca, Milano) e Veronica Ponzellini (Liceo Scientifico Statale "Edith Stein", Gavirate).

Sabato 23 febbraio 2013 dalle ore 9 per tutta la giornata, Aula Magna, Università degli Studi dell’Insubria, via Ravasi 2, Varese, il progetto Giovani Pensatori ospiterà il convegno di studi “Una manciata di sillabe e vocali e consonanti”. Le voci femminili della scuola di Milano: Antonia Pozzi, Daria Menicanti, Daria Malaguzzi Banfi, Aurelia (Lella) Monti. È prevista la partecipazione di Gabriele Scaramuzza (Università degli Studi di Milano), Fulvio Papi (emerito dell’Università degli Studi di Pavia), Fabio Minazzi (USI), Serena Savini (Università degli Studi di Pavia), Silvio Raffo (poeta e saggista), Paolo Giannitrapani (CII), Clelia Martignoni (Università degli Studi di Pavia), Stefano Raimondi (Università degli Studi di Milano), Carlo Meazza (fotografo), Brigida Bonghi (CII), Marina Lazzari (CII), Anna Maria Maroni (Liceo Scientifico Statale “G. Ferraris”, Varese), Elisabetta Vergani (attrice, Milano). Nel corso della giornata verranno letti alcuni testi delle poetesse milanesi, proiettate immagini tratte dal volume Luoghi d’amicizia di Antonia Pozzi e Vittorio Sereni di Carlo Meazza, volume presentato in questa occasione. Si terrà inoltre uno spettacolo di danza a cura della coreografa Camilla Lombardo. In chiusura di giornata si svolgerà un ricordo di Lella Monti, con interventi di Fulvio Papi e di Giovanna Baietti.
Il programma (PDF) del convegno

Il 12 febbraio 2013, alle ore 9, presso l’Aula Magna dell’Università, in via Ravasi 2 a Varese, il progetto Giovani Pensatori ospiterà la conferenza “Pinocchio: scrittura, immagini e fantasie”, con gli interventi di Gianmarco Gaspari (Università degli Studi dell'Insubria), Salvatore Consolo (Dirigente scolastico Liceo Classico Statale “E. Cairoli”, Varese), Stefania Barile (Liceo Sociopsicopedagogico Statale “A. Manzoni”, Varese) in collaborazione con Ettore Antonini (artista grafico), Monica Iori (Liceo Scientifico Statale “G. Ferraris”, Varese), Antonella Frecentese (ITPA “Casula“, Varese) e la Scuola Media “Dante A.” di Varese. La mattina sarà dedicata ad illustrare il valore letterario, pedagogico, cinematografico-narrativo e pittorico-illustrativo del capolavoro di Collodi.

Giovedì 24 gennaio 2013, ore 15, Aula Magna, Università degli Studi dell’Insubria, via Ravasi 2, Varese: "Flatlandia: la narrazione artistica, geometrica e matematica" con interventi di Angela Fiegna (Liceo Scientifico Statale “G. Ferraris”,Varese) ed Enrico Miglierina (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano). La conversazione, condotta a due voci, partirà da una delle più antiche domande della filosofia: quella che percepiamo e sperimentiamo è la realtà “vera”? Il primo riferimento filosofico sarà all’allegoria platonica della caverna. Sarà poi illustrata l’opera di E.A.Abbott, un reverendo vissuto in età vittoriana che con stupefacente lungimiranza e delizioso sense of humour descrive la vita in un mondo a due dimensioni, Flatlandia. La scoperta di una realtà tridimensionale porterà il Quadrato, protagonista dell’opera, a interrogarsi sulla possibile esistenza di ulteriori dimensioni. Per quanto riguarda l’aspetto matematico, a partire dalla nozione di piano cartesiano si introdurrà la nozione di spazio vettoriale a n dimensioni, illustrando il procedimento concettuale che porta alla definizione di dimensione di uno spazio (vettoriale). In seguito, si parlerà dei volumi del cubo n-dimensionale e della sfera ad esso inscritta. Queste considerazioni bene esemplificano come la geometria in spazi n dimensionali possa riservare sorprese e come una trattazione astratta possa aiutare a comprendere le caratteristiche di questi spazi. Sarà successivamente presentata una breve carrellata su opere di arte contemporanea che si sono ispirate al tema della n-dimensionalità.

Lunedì 10 dicembre 2012, ore 15 - Università degli Studi dell'Insubria, Aula Magna, via Ravasi 2, Varese, incontro con i proff. Rosario Mirone (ISIS “J. M. Keynes” Gazzada, Varese), Graziano Pesce (Liceo Scientifico Statale “G. Ferraris”, Varese), Francesco Trevisin (Liceo Classico Statale “E. Cairoli”, Varese). I docenti illustreranno, da varie angolature, il problema della cosiddetta "narrazione scientifica". Gli studenti saranno guidati all'interno di una poliedrica riflessione riguardante le neuroscienze, la struttura narrativa della scienze umane e l'assetto linguistico di quella epistemologica. Per una preparazione della giornata è possibile consultare la pagina Facebook dei giovani pensatori dove saranno inserite preventivamente le relazioni dei docenti.

mercoledì 21 novembre 2012,ore 9 - Università degli Studi dell'Insubria, Aula Magna, via Ravasi 2, Varese, incontro con Dario Generali ed Ezio Vaccari: La scienza tra metodo e storia. Ezio Vaccari, docente dell'Università degli Studi dell'Insubria, presenterà una riflessione che sottolinea l'importanza strategica della storia della scienza, valutata anche da un punto di vista metodologico, per la miglior comprensione della cultura umana nel suo sviluppo intrinseco. Dario Generali, del Centro Internazionale Insubrico "Carlo Cattaneo" e "Giulio Preti", riferendosi all'opera del medico Antonio Vallisneri, esemplificherà l'intreccio tra metodo e storia, presente entro la prassi scientifica. Condurrà il dibattito il prof. Fabio Minazzi, ordinario di Filosofia Teoretica dell’Università degli Studi dell’Insubria.

giovedì 15 novembre, ore 10:30 - Università degli Studi dell'Insubria, Aula Magna, via Ravasi 2, Varese, in collaborazione con il Premio Chiara 2012/2013 incontro con Ettore Brissa (emerito dell’ Università di Heidelberg) : Goethe e il granito - programma (PDF)

venerdì 26 ottobre, ore 9-19 - Università degli Studi dell'Insubria, Aula Magna, via Ravasi 2, Varese, convegno di studi: «La causa dei lumi e della libertà» Carlo Cattaneo: un pensiero attuale - la brochure (PDF) del convegno

venerdì 28 settembre 2012, ore 21 - Università degli Studi dell'Insubria, Aula Magna, via Ravasi 2, Varese, conferenza prof. Carlo Sini Del viver bene: filosofia ed economia - Programma (PDF)

apertura dell'edizione di Giovani Pensatori di quest'anno (2012-2013) con la giornata di studio "Sulla filosofia della scienza di Evandro Agazzi", sabato 22 settembre 2012, ore 9-19, Università degli Studi dell'Insubria, Villa Toeplitz, Varese, con la partecipazione di studenti del Liceo Scientifico Ferraris di Varese, del Liceo Stein di Gavirate e dell'Istituto Isis di Gazzada.


Giovani Pensatori è un progetto didattico e di ricerca promosso dall'Università degli Studi dell'Insubria, Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate [5], insegnamenti di Filosofia teoretica, di Logica e Filosofia della scienza e dal Centro Internazionale Insubrico “C. Cattaneo” e “G. Preti” [6] Per saperne di più sul progetto si legga la presentazione del professor Fabio Minazzi.

Le scuole partecipanti al progetto: Liceo Scientifico Ferraris, Varese; Liceo Linguistico Manzoni, Varese; Liceo Socio-psicopedagogico, Varese; Liceo Classico Cairoli, Varese; Itpa Casula, Varese; Isis, Gazzada; Liceo Scientifico Stein, Gavirate; Scuola primaria Rescalda-Rescaldina (MI).

Per il programma completo degli eventi si veda il pieghevole (PDF) o la locandina (PDF).


Anche quest'anno il Progetto è collegato al Premio Chiara


Come partecipare

Questo wiki è aperto ai contributi degli utenti registrati per il progetto Giovani Pensatori.

Se vuoi, puoi consultare le Guide per imparare a usarlo in pratica.

Per favore, appena ti sei registrato presentati nella tua pagina utente come per esempio questa.

Puoi aprire quante pagine vuoi per esprimere i pensieri sui temi in corso. Ricordati di firmare i tuoi contributi mettendo un link alla tua pagina utente.

Se vuoi commentare lo scritto di qualcun altro, per favore usa la pagina Discussione come quella di questa pagina. Se nessuno ha iniziato la discussione, puoi farlo tu.

Edizioni passate

Per chi volesse vedere documenti e discussioni delle edizioni degli Anni Accademici passati.